ALLEVARE: CONSIGLI PER COME ALLEVARE CANARINI

Classificazione

Classe: Aves
Sottoclasse: Neornithes
Infraclasse: Neoaves
Parvoclasse; Passerae
Superordine; Passerimorphae
Ordine: Passeriformes
Sottordine Passeri
Parvordine: Passerida
Superfamiglia: Passeroidea
Famiglia: Passeridae
Sottofamiglia: Fringillidae
Genere: Serinus
SpecieS. canaria
 

NEWS

NO ALLA COLORAZIONE ARTIFICIALE. 

IO ALLEVO COSI'

Allevare uccelli ed in particolare canarini è una passione infinita, che nasce dal rispetto per la conservazione della specie e della salute dei miei soggetti. Ma sta anche nel creare un ceppo tutto mio,e avere dei soggetti anche da competizione per delle mostre, ma ciò non mi fa dimenticare che il mio hobby sta nell' allevare uccelli e quindi vite, ed è per questo che faccio tutto nel massimo rispetto per i miei soggetti. Io in questo scriverò l'esenziale, perchè poi solo l'esperienza sarà buona consigliera per il nostro allevamento.

AMBIENTE

Inanzi tutto e bene precisare che una buona gabbia d'allevamento deve essere almeno 90cm preferibile anche 1mt di lunghezza, mentre la larghezza deve essere almeno di 40cm e altezza 45cm. Riguardo all'ambiente è inutile dire che più si tiene pulito il posto e la gabbia dei soggetti più eviteremo malattie, tutte le mangiatoie e beverini e tutto quello che riguarda la gabbia andrebbe pulito almeno una volta l'anno con acqua calda o meglio ancora in lavastoviglie a temperatura bassa. Questo vale per tutti i tipi di uccelli.

ALIMENTAZIONE CANARINI

L'alimentazione dei canarini non consiste come credono tanti in sola scagliola, ma consiste per il 50% di verdure (lattuga,cicoria ecc..) ed erbe (dente di leone ecc.). Quindi una buona scagliola (evitiamo quella con grassi come semi di girasole, almeno  tutto l'anno) è parte del 50% dell'alimentazione di un canarino, mentre l'altra metà appunto è composta da erbe. Ma non dimentichiamo un buon pastoncino quasi tutto l'anno,gusci di crostacei come le ostriche, e delle spighe di panico, non troppe perchè sennò allunga andare potrebbero mangiare solo quello.

FASE RIPRODUTTIVA DEI CANARINI

La fase della riproduzione inizia a Maggio, per poi terminare verso giugno, a questo punto forniremo hai canarini dell'ovatta, di solito una coppia di canarini riesce a fare 2/3 covate, la femmina di canarino depone normalmente 4/5vuova, ma si può verificare anche covate più numerose. Durante la covata che dura circa 2 settimane, bisogna fornire oltre al solito mangime un pastoncino energetico per poi passare al pastoncino all'uovo dopo la schiusa delle uova, quest'ultimo servirà allo svezzamento. Durante la covata e lo svezzamento il maschio provvederà ad imbeccare "svezzare"i piccoli e a imbeccare la mamma durante la cova, mentre la madre dopo poco inizierà anche lei ha svezzare i piccoli per poi passare ad ricostruire un nuovo nido e questo succede intorno ai 15 giorni di età dei pulli, e in questo caso si incomincerà ha separare i pulli dai genitori con una griglia divisoria, in questo modo il canarino continuerà a svezzare i piccoli attraverso la griglia e i piccoli non daranno fastidio alla mamma che starà per fare un'altra covata. Quando i piccoli inizieranno a mangiare da soli si potranno mettere in un'altra gabbia e lasciare da soli i genitori, durante tutto questo periodo dovranno essere disturbati il meno possibile e lascita sempre ha disposizione una vaschetta con l'acqua per temperare le uova. Perchì invece intende avere delle cove da allevamento si consiglia ogni giorno di sostituire le uova deposte con delle uova finte, fino alla conclusione della deposizione, per evitare così che i primi nati riescano a sopraffare i più piccoli al momento dell'imbeccata. Le uova prese in custodia devono essere poste in una scatolina con dell'ovatta e ruotate ogni giorno di 180°, per evitare che il tuorlo si decentri, causando dei problemi al momento della schiusa, se non anche nella crescita dello stesso embrione.

LA MUTA

Al quarto, quinto mese il piumaggio degli uccelli è molto delicato ed più facile che si rovina infatti una volta all'anno viene cambiato. Questo cambiamento fisiologico avviene nel periodo in cui i canarini smettano di cantare e sono meno vivaci. Il rinnovamento del piumaggio avviene nel periodo estivo, la temperatura ambientale non deve scendere al di sotto di 18 gradi sennò il processo fisiologico si arresta,e si possono verificare accenno di febbre. In questo periodo gli uccelli devono avere a disposizione integrativi vitaminici e integratori minerali (vitamina E e vitamina D) facilmente reperibili nei negozi di animali. Questo processo di cambiamento della muta avviene in due periodi diversi perchè:quella spiegato ora riguarda il cambiamento  di tutte le penne tranne quelle della coda e delle ali ed avviene a fine Marzo; mentre tra la fine di luglio e inizi settembre avviene il cambiamento di tutte le penne del corpo.Questo processo dura in genere un mese e mezzo, due, ma può variare da soggetto a soggetto. Al fine di questo processo bisogna controllare i nostri volatili ma soprattutto il loro becco e le loro unghie in modo che non presentino anomalie nella lunghezza, nel caso ciò avvenga bisogna tagliare con un taglia unghie l'eccesso, ma non da sopra a sotto, ma lateralmente.

SUDDIFISIONE DEI CANARINI

I canarini si suddividono in 3 gruppi, canarini da canto (Harzen Roller, waterslager Malinois), canarini di colore (Liprocomici, Melanici), e canarini di forma e posizione (Lisci, Arricciati).

ALCUNE MALATTIE

DEFORMAZIONE DEL BECCO: avviene a causa di un virus chiamato Poliomavirius o per qualche patologia del fegato,alterando la formazione naturale del becco. ROGNA DELLE ZAMPE:causata da un parassita chiamato knemidocoptes, esso scava attraverso le zampe del canarino al fine di provocare il sollevamento delle scaglie. I soggetti più colpiti sono quelli deboli. ACARO ROSSO:è un acaro dal nome Dermanyssus gallinae che si nutre del loro sangue. MALATTIA DELL'OCCHIO:è caratterizzata dall'infiammazione purulenta di uno o entrambi i seni infraorbitali.